Cinesi

Uno su mille ce la fa

Tempo fa mi ero imbattuta in un post molto carino che illustrava i 50 e più segnali che si era passato troppo tempo in Cina. Tra le varie figuravano comportamenti quali lo sbirciare nei carrelli della spesa degli stranieri per vedere cosa siamo soliti comprare, uscire in pigiama e lasciarsi crescere le unghie. Insomma, basta una veloce ricerca su Google per rendersi conto che ci sono decine di versioni diverse di questo tipo di liste, in inglese e francese per lo più, di lunghezza variabile, alcune anche redatte in Comic Sans.

Vi darò invece, in esclusiva, l’unico segnale che serve per farvi capire che avete passato in Cina troppo tempo ed è meglio partire per lidi più felici. ATTENZIONE: QUESTO METODO FUNZIONA SOLO SE SIETE DONNE ETEROSESSUALI.

Hai passato troppo tempo in Cina se inizi a considerare attraenti i maschi cinesi. Non tutti, però diciamo che se su uno al giorno su cui ti si posa lo sguardo pensi: “Beh, dai…”, allora è tempo di farsi delle domande. Passi l’assuefarsi alle magliette con i lustrini, alle borse con musi di orsi o altri animali, le cover incrostate di diamanti di plastica. Tutti segnali di un degrado del proprio senso di saper distinguere cosa è bene e cosa no. Però l’uomo cinese “passabile” è davvero l’ultimo stadio.

Il problema risiede nel fatto che molti Cinesi stanno sviluppando caratteristiche inquietantemente familiari, per esempio il naso con il setto pronunciato (il cosiddetto naso “alto”), invece del solito naso schiacciato a patata pressochè inesistente, labbra non troppo carnose, occhi grandi e viso allungato. Non tutti, sia chiaro, però un ottimistico 2%. Questo fa sì che in alcuni casi ci si ritrova davanti a esemplari belli-per-essere-cinesi. Insomma, che li puoi guardare per più di 5 secondi filati senza che le retine vadano in autocombustione.

Questi prodotti di una fortunata lotteria genetica potrebbero essere incroci, appartenenti a una minoranza etnica o essere Giapponesi, però per alcuni certifico un’appartenenza al 100% all’etnia Han, ovvero il tipico cinese mandarino, che dimostrano al mondo che c’è speranza.

Quindi, hai trovato un essere guardabile e sei pronta a passare sulla costituzione a gambo di sedano? Se il soggetto in questione arriva corredato anche dalle seguenti caratteristiche:

unghie corte, capelli non alla nordcoreana né a scodella, niente nei con quattro peli finissimi che spuntano fuori, niente barbetta con le caratteristiche dei peli dei nei descritti sopra, niente doppia fila di denti (sì, avete letto bene. Doppia. Fila. Denti), niente forfora come se piovesse, limite sindacale di igiene personale, niente abbigliamento “Povertà anni ’70” né sia prono al portare felpe coordinate con quelle della fidanzata, non abbia uno spaventoso aspetto androgino, allora forse gli possiamo dare una possibilità.

Sempre che al primo appuntamento non:

si presenti in pigiama, sputi, rutti e scoreggi come una locomotiva impazzita, dimostri più interesse verso il proprio cellulare o tablet, si riempia di baijiu, mangi le zampe di gallina o spaghetti tirandoli su con intenso fragore, stia a parlare di quanto è ricco, che ha una casa e la macchina, e altre caratteristiche a vostra personale discezione di atteggiamenti che vi disgustano.

Se poi, come me, ne vedete almeno due al giorno così, uno sulla metro delle 8.30, uno sulla metro delle 18.00, allora è tempo di scappare a gambe levate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...