Cose che succedono quando non studi francese

Epilogo

(Nives da sola sul palco rivolta verso il pubblico)

NIVES dove eravamo rimasti? ah, sí, Paco convinto che Kim avesse imparato la lezione, che non avrebbe più fatto la pazza e che gli avrebbe permesso di condurre una vita normale, fatta di incontri normali con gente normale. In somma, delle concessioni non propriamente da tutti i giorni! In pochi, davvero, hanno la fortuna di avere una fidanzata del genere! Beh, lasciatemi dire che non ero d’accordo con la sua decisione, forse mi sfuggiva di cogliere appieno la grandezza morale di Kim.

Fatto sta che quando Paco mi scrive:

“Ho appena finito l’incontro. Sembra che abbia davvero imparato la lezione, mi ha garantito che non ci saranno problemi se voglio incontrarmi con altri, […] si è scusata […]. Quindi direi che si può fare ancora un tentativo”.

Io rispondo un conciso “No comment”, a cui a cui lui risponde ancora:

“Lo so, è un rischio bello grosso, ma sono convinto che non darà più problemi a nessuno”.

E io chiudo la conversazione lì, forse colpita dalla forza dell’amore, forse colpita da un embolo.

A quel punto Paco smette davvero di farsi sentire. All’inizio penso che sia offeso per il fatto che non riesco a cogliere il luminoso amore che irradia da Kim, e che abbia desistito dall’impresa di farmi assurgere a vette dorate di affetto cosmico. Ma non demordo e un giorno mi faccio sentire.

Ora, la sua risposta suscita in me lo sfrenato desiderio di possedere seduta stante una targa, o del marmo e uno scalpellino, perché meritava di essere scolpita su roccia o incisa su metallo, come monito alle generazioni future:

Ciao, sei Nives? Scusami se te lo chiedo ma Kim mi ha segato tutti i contatti possibili sia su cellulare che su iPad. Ho perso tutti i contatti

Al che, soffocando un’accesso di risa incontrollate, riesco addirittura a rispondergli normalmente, ma poi non resisto e gli scrivo: “Comunque dai, ora ricancella il mio contatto, non si sa mai…”

ma purtroppo Paco non ha colto l’ironia.

SIPARIO

Morale: chi è causa del suo mal pianga se stesso, ma non dimentichi quanto fa ridere gli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...