Cinesi

Le gesta dell’ombrello

Oggi parleremo di una cosa che a Shanghai i Cinesi (le Cinesi soprattutto) usano 10 mesi all’anno.
L’ombrello! che ci sia pioggia, che ci sia il sole.
Oggi vi racconterò una cosa bella e una cosa ancora più bella.

Partiamo dalla cosa bella:
Gli ombrelli cinesi sono famosi per la loro miniaturaggine, la loro capacità di diventare grandi come cetrioli al massimo. Il che non è male, dato che te li devi portare dietro 10 mesi all’anno. Che sono 300 giorni! Immaginate avere un mammuth (ombrello non pieghevole) con voi per 300 giorni all’anno. E poi immaginatevi con un cetriolo. Ecco. Poi oltre a questo, gli ombrellini cinesi si chiudono al contrario. In che senso?
La struttura degli ombrelli pieghevoli è tale per cui le stecche si piegano a metà riducendo la loro lunghezza e diventare pratici da portare in giro. Se osservate un ombrello non cinese, di solito le stecche si piegano inarcandosi, la rotellina che rende possibile il piegamento va all’insù e la stecca e la tela si piegano. Così però la parte bagnata dell’ombrello resta fuori, avete notato?
Gi ombrelli cinesi invece hanno le stecche che si piegano all’ingiù, così che la parte bagnata si raccoglie su se stessa e l’ombrello lascia fuori la parte asciutta!
Questo fa sì che per esempio lo possiate tenere in mano senza che questa vi si sciolga per l’acidità della pioggia. O addirittura metterlo in borsa, se non ha piovuto troppo, senza che vi cosparga tutto di umidità.

Adesso la cosa ancora più bella:
cosa più unica che rara, in Cina gli ombrelli sfuggono all’isteria pandecorativa. Insomma, si hanno scarpe che neanche l’epoca barocca, pigiami-mucca, ciglia finte per i fari delle auto, zaini a forma di papera, di stegosauro e quant’altro, ma gli ombrelli continuano a guardarci dall’alto, seri e un po’ sprezzanti.
Ce le si potevano mettere un paio di orecchie lassù in cima, suvvia!
Oppure fare in modo che sembri una gigantesca fragola, una volta aperto. Invece no, questo accessorio che a Shanghai si usa 10 mesi all’anno, 5 perché piove, 5 perché c’é il sole, è la cosa più disadorna mai vista.
Tinte unite.
Scacchi sui toni del blu.
Trasparente, o con gli spicchi color arcobaleno, per chi osa.

Trend-setter di Shanghai e di tutta la Cina, mi rivolgo a voi! Fate che ci si abbia a vergognare dei giorni in cui piove!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...