Cibi

Un post al latte

È giunta l’ora del post al latte. Affronteremo la questione da due lati, uno derisorio, l’altro un po’ nostalgico.
Partiamo da quello nostalgico così che poi i lucciconi ci impediscano di proseguire con la lettura.
La premessa comune, intanto, è che in Cina il latte è meglio non comprarlo. Almeno, non quello della marca Mengniu, a essere precisi.
Così come il latte normale, anche quello in polvere va evitato, ovviamente. Questo per me non è un problema, non avendo a che fare con poppanti, e anche parlando del latte normale, non è stato un problema per un sacco di tempo, finché non ho scoperto le gioie della pappa d’avena la mattina, altrimenti il mio consumo di latte sarebbe stato davvero irrisorio.
Quindi tocca comprarlo, e l’unico modo è comprarlo importato, va fortissimo qui il latte francese, quello tedesco, quello australiano e quello neozelandese (soprattutto per il latte in polvere).
Quindi, abituata a comprare il latte francese nel supermercato cinese sotto casa, soprannominato “il supermercato del topo” per le discutibili norme igieniche, potete immaginare la mia sorpresa quando ho trovato questo

20140720-192926-70166025.jpg

(Questo, per chi non l’ avesse capito era l’angolo nostalgico).

Ma passiamo oltre. I Cinesi, a differenza nostra, possono bere il latte cinese senza conseguenze (e anche lavare i panni nei canali senza prendersi la candida, come ho scoperto oggi). Un po’ come l’India, che se ci vai senza vaccini sei spacciato, ma loro stanno benissimo e proliferano come conigli.

Quindi il latte cinese è appannaggio di Cinesi, quindi deve essere pensato per un pubblico cinese. Cosa pensa allora il reparto marketing della “Latte enterprise”? Cosa attira i Cinesi come le mosche con il miele?

La riposta è semplicissima: scritte in inglese inventato. Per cui, il mio coinquilino di Taiwan (che non è Cina, ma forse più di quanto si pensi), è rimasto affascinato, giustamente, da questo prodotto.

image[1]

Sulla confezione possiamo infatti leggere le seguenti frasi (o versi, se preferite, dato che si tratta CHIARAMENTE di una poesia):

Boots tramping, bees buzzing, breakfast sizzling, times to remember, moments never to forget.

Per una colazione con i controcazzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...