Stranieri in Cina

Battista, a casa.

Dopo una certa ora, se si vuole arrivare da qualche parte, bisogna prendere un taxi. Che tu sia cinese o meno, che tu sappia il cinese o meno, dovrai tentare la comunicazione. Io conosco moltissimi stranieri che sanno dire solo quattro cose in cinese: vai avanti, gira a destra, gira a sinistra, ferma (qui).

Sono tra le prime cose che si imparano quando si decide di studiare cinese con un tutor privato. Anzi, gliele si chiede specificatamente.

Poi, se si imparano anche i numeri, si può iniziare davvero a fare gli sboroni, ma comunque già con le direzioni si è a cavallo.

Fatta questa necessaria premessa, possiamo distinguere tre tipi di passeggero straniero: quello che sa il cinese e che conversa (poco) amabilmente con il taxista, e ne parleremo la prossima volta, quello che non sa il cinese, ma ricorre al taxi solo in caso di estremo bisogno, tipo la sera. Quello che non sa il cinese e si sposta sempre in taxi. Tant’è che si farebbe persino scarrozzare dalla propria camera al bagno, se potesse.

Il secondo tipo di straniero sa dire l’indirizzo di casa in modo autonomo, senza esserselo tatuato da nessuna parte, sa dire le magiche quattro frasi. Per botta di culo sa anche dire quattro cacate in cinese, per cui può anche farsi prendere per il culo dal taxista. Questo tipo di straniero ha piacere di capire in che zona di Shanghai si trova, in che direzione è casa sua, vuole potersi vantare di saper usare la metro, a volte si avventura anche in bici. Tanto saprebbe tornare a casa, senza bisogno di seminare sassolini.

Il terzo tipo, quello che non sa il cinese, ha di solito un foglietto con scritto su l’indirizzo di casa. Evita la comunicazione diretta, sventolando il foglietto sotto il naso del tassista, non tanto perché ha paura di pronunciare male il nome della via di casa propria e farsi per sbaglio portare nel quartiere del porto, presso i mattatoi e le tonnare, ma perché lui nemmeno sa come si chiami la via.

Ogni tipo di comunicazione riguardante i domicili con questo tipo di straniero, diventa ardua quanto l’espugnazione di una fortezza al centro di una foresta incantata, nella quale di notte gli alberi cambiano posizione e il nord magnetico si sposta di 180 gradi per far perdere ogni punto di riferimento:

  1. Non sa dov’è casa sua. “Tanto prendo sempre il taxi e do il biglietto da visita al taxista per l’indirizzo”. Però sa che dalla finestra del salotto si vedono un sacco di palazzi altissimi. Ma va? Io invece vedo le vigne e i buoi che tirano l’aratro!
  2. Tenta di pronunciare il nome della via di casa, senza aver presente le regole fonetiche del sistema di trascrizione del cinese. Per esempio, “QUE” si legge: “CIUE”, “ZUI” si legge “ZUEI”, solo per citarne alcuni, lui invece leggerà come se si trattasse di una sillaba italiana, o inglese. Per cui, ci ho messo varie ore a capire che un tipo lavorava nei pressi delle torri scintillanti di Shanghai, perché quel quartiere si chiama Lujiazui.
  3. Questo tipo di comportamento è stato riscontrato presso diversi strati della popolazione:

ESEMPIO NUMERO UNO: il mio amico americano ha un collega di Hong Kong, che si lamenta del costo della vita di Shanghai. Dopo una più attenta analisi, si scopre che il tipo spende una media di 2000 yuan al mese (più di 200 euro) per i soli trasporti in taxi casa propria – posto di lavoro. Contro i 200 yuan al mese che spenderesti se prendessi sempre la metro. Anzi, sono solo 160.

ESEMPIO NUMERO DUE: tizio incontrato per caso, mi dice che è a Shanghai per studiare. Gli chiedo in quale università. Mi dice il nome. Non so dov’è, gli chiedo vicino a quale fermata della metro. Mi dice che non lo sa perché si sposta sempre in taxi. Gli chiedo più o meno se è a nord, sud, ovest, est. Mi dice che non lo sa. Gli chiedo se è lontana da lì. Mi dice che da dove siamo, ci vogliono 20 yuan per tornare a casa…

(CONTINUA)

Annunci

2 thoughts on “Battista, a casa.

  1. Pingback: Do you believe in taxi drivers? | Potevo Studiare Francese

  2. Pingback: Fiume, in cinese, si dice HE | Potevo Studiare Francese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...