Cose a caso

Il magico mondo di Silvia

Se in un bosco gli alberi creano una volta, oppure una roccia è “delicatamente appoggiata su altre” modo tale da creare uno spazio coperto, allora si è in presenza del regno di qualche folletto.

Le campanule, se fatte cuocere, producono un decotto i cui effetti sono simili all’assunzione di LSD. Questi fiori inoltre, come anche i gelsomini, sono detto fiori del diavolo, perché hanno la corolla che guarda all’ingiù, e non al’insù. Gli animali erbivori, poi, se ne tengono alla larga e non li mangiano.

Cucirsi le pietre nelle pieghe della gonna e poi lasciarsi andare in acqua. Sono affascinata da queste atmosfere un po’ gotiche.

Una volta a R. (provincia di Cuneo) sono arrivati i carabinieri, perché io urlavo: aaaaaaargh. Loro hanno bussato, ho aperto e mi hanno detto: “Lei è una zingara!” “No”. Avevo i capelli lunghi in una treccia e la gonna lunga.

Basta con questi tatuaggi, se mai arrivasse di nuovo una guerra saresti troppo riconoscibile.

Io sono contro la circoncisione, se mai arrivasse di nuovo una guerra, sarebbe la prima cosa che controllano.

Immagina me, una bambina, in Cina con il padre…

Quello che avevo conosciuto in Iraq…

A Lisbona poi ho trovato mia madre che restaurava una chiesa. “I giovani d’oggi non sanno fare più niente!”

Mi sono autoproclamata sua biografa.
Annunci

One thought on “Il magico mondo di Silvia

  1. Pingback: Il bar di Andre (3 di 4) | Potevo Studiare Francese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...