Cose che succedono quando non studi francese/Italiani in Cina

Casalinghe disperate

Ho fatto una lista di quello che voglio comprare all’IKEA, ovvero: un set di 5 pentole al prezzo da urlo di 69 yuan, ovvero circa 8 euro e spiccioli, che chiaramente controllerò non essere fatte di carta prima di comprare, le immancabili tre posatone di legno, costante presenza torinese in casa mia e in quella di tutte le mie amiche (la mia amica Giulia ne aveva tinta una di un giallo acceso visto che la usava sempre e solo per rimestare pietanze al curry), uno scola posate perché quelli di cui sono già dotata sono arrugginiti e piccoli, un tagliere, poi non mi ricordo, potrei controllare ma il quadernetto con la lista è fuori portata braccio, chi me lo fa fare di alzarmi e controllare? Il tutto per la modica cifra di 143,50 yuan, ovvero una ventina di euro abbondante.

Ho le mani che sanno di detersivo, sì, perché da brava massaia ho fatto una cosa inutile il sabato pomeriggio e rimandato a oggi, domenica, le decisioni importanti (le brave massaie indugiano in compiti del tutto inutili, tipo passare la spugnetta tra le piastrelle di una cucina già luccicante). La cucina un disastro, il bagno da ufficio d’igiene e io ho deciso di iniziare spostando i DVD sul ripiano in cima alla televisione (che non useremo mai per vedere i DVD, ma in quel momento per me aveva perfettamente senso), di sistemare in una pila ordinata i libri di cinese miei e delle cilene che mi hanno abbandonata, buttare via i loro quaderni fitti di appunti, lavare il ripiano di vetro del tavolino di fronte al divano, (il divano! Ve lo ricordate il divano? Era quello con il pesce secco sotto!) e sistemarci in maniera altamente avveniristica le poche riviste di cui dispongo. Le ho sistemate a ventaglio e mi sono sentita una interior designer di alta classe. Ho buttato via cose che non useremo mai più, ho appeso alla porta gli ombrelli (una donna, 5 ombrelli signore e signori). Poi ho sistemato la mia camera.

Sono stata brava.

Oggi quindi si è passati al bagno e alla cucina. Ho lavato, spazzato, grattato, sistemato, buttato, profumato, fatto il bucato, sistemato un pot-pourri in bagno in uno dei scolaposate che avevo deciso di mettere in pensione, caricato 3 lavatrici di bucato, creato una composizione di candele e incensi vicino all’entrata, con tanto di cestino per le chiavi.

Perché ho fatto tutto questo? Perché da ieri sera, gioia e giubilo, ho iniziato a convivere con una giapponesina che nella mia mente ho già dipinto come una persona profumata e rosa. Quindi so che pulirò e rimarrà pulito per più di 5 minuti. Ed è per questo che ho aspettato la domenica per pulire bagno e cucina, perché la creatura che aveva convissuto con me poteva ancora creare danni.

La creatura che vive con me ha mi ha tolto ogni fiducia che avevo nel popolo tedesco come potere trainante dell’Europa.

La creatura che vive con me ha bussato una volta alla mia porta per chiedermi quanti giorni ci sono in un mese.

La creatura che vive con me mi ha proposto di guardare un film insieme, è andata in camera a prendere il DVD, non ne è più uscita e si è messa a suonare la chitarra lasciandomi in soggiorno ad aspettare.

La creatura che vive con me una volta mi ha dato due volte i soldi di una bolletta (cosa che mi sono ben guardata dal fargli presente).

La creatura che vive con me, si nutre esclusivamente di pizza e fajitas di pollo e, ben sapendo che sono vegetariana, continua a offrirmele.

La creatura ha in effetti fatto danni come mi aspettavo, dato che ha lasciato in camera due borse colme di spazzatura e cinque cartoni della pizza con delle croste dentro. Lì da tempo immemore.

Invece adesso il corridoio sa di limone e le mie lenzuola di fresco.

Annunci

One thought on “Casalinghe disperate

  1. Pingback: Desperate housewives | Potevo Studiare Francese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...