Cose a caso

Autunno, una condanna

L’estate è una condizione dell’anima, per cui immagino che prima o poi comprerò un costume da bagno, senza contare che qui fa freddo, freddo come neanche nel Grande Nord di cui sono originaria sta facendo. Se pensiamo un attimo al fatto che io ora sono avvolta in un piumino e sono alla stessa latitudine di Casablanca, Marocco (dove, ricordiamo, io ho passato il Capodanno 2009/2010 in maglioncino, a 17 gradi) mi viene da pensare che i maestri delle elementari ci hanno mentito, dicendo che più ci si avvicina all’Equatore e più fa caldo, oppure è colpa dei comunisti, o del Tibet. In ogni caso io non voglio arrendermi all’autunno. L’autunno è transizione, un passaggio che non porta speranze, ma ti fa vedere in lontananza solo brulli campi invernali. Credo che opterò nel letargo, una dieta ingrassante socialmente accettata, perché quando ti risvegli con i crochi (fiori dal nome che mi ha fatto sempre molto ridere, dato che mi sembra che sputino da terra facendo, appunto, “croc”) sei snello come un giunco, quindi pronto di nuovo ad affrontare la prova costume.

Bene, ora non mi resta che fare provviste e mangiare tantissimo.

Otoño, una condena.

El verano es una condición del alma, y creo que antes o despues me compraré un bañador, sin tener en cuenta que aquí hace frío, frío como tampoco está haciendo en el Grande Norte desde el cual soy originaria. Si pensamos un momento en que ahora yo estoy envuelta en un edredón y estoy a la misma latitúdine de Casablanca, Marruecos (donde, recordamonos, he celebrado la llegada del 2010 en jersey, a 17 grados) tengo el sospecho che nuestro maestros de la escuela primaria, nos han dicho mentira cuando nos han enseñado que lo m´s cerca estás al ecuador, lo más caliente es el clima, o de otra manera es culpa de los comunistas, o del Tíbet. De toda manera, yo ne quiero rendirme al otoño. El otoño es transición, un pasaje que no lleva consigo esperanzas, sino te deja ver a lo lejos, solo los yermos campos invernales. Creo que optaré por el letargo, una dieta engrasante socialmente aceptada, porque cuando te despiertas con los crocos. (flores con un nombre que siempre me ha hecho mucho reír, como pienso que salgan desde el suelo haciendo, de verdad, “croc”) eres esbelto como un junco, y listo otra vez a enfrentarte con la prueba del bañador.

Bueno, ahora solo me falta hacer provisiones y comes muchissimo.


Annunci

One thought on “Autunno, una condanna

  1. a pensare che dopo l’autunno viene l’inverno, e che la primavera è ancora lontana… solo tanta tristezza e un buon motivo per strafogarsi di schifezze.. cosa che non mancherò di fare. Grazie, autunno! Mi manchi Aminz, sentiamoci prestissimo! (per prestissimo intendo proprio quando da te sarà prestissimo!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...